Scopriamo il gioco del bambino passo a passo

gioccareIl gioco è una cosa seria! Facciamolo insieme

Fin dai primi mesi ha un ruolo fondamentale per la maturazione psicomotoria, dell'autostima, dell'indipendenza e delle abilità sociali. Noi adulti abbiamo un ruolo molto importantenel gioco del bambino diventiamo: organizzatori, compagni e sostenitori del gioco; attenzione! Partecipazione vuol dire lasciare che giochi liberamente rispettando i suoi tempi e la sua fantasia, incoraggiando e valorizzando ciò che il bambino fa.

Come possono essere e a cosa possono servire i giochi per i nostri bambini?

I giochi possono essere:

  • da amare, coccolare e manipolare aiutando il bambino ad addormentarsi e sentirsi più sicuro e tranquillo
  • da guardare, ascoltare e sperimentare permettendogli di tentare, sbagliare, riprovare ed infine imparare
  • da muovere per invogliarli a muoversi e spostarsi con loro

i giochi possono servire:

  • per inventare usando la fantasia
  • per produrre suoni e rumori
  • per imparare a conoscere forme, colori, figure ma anche se stessi e il mondo esterno
  • per socializzare ed interagire con gli altri

Come scegliere il giocattolo migliore per il mio bambino?

Le caratteristiche principali che ci possono guidare verso la scelta di un gioco piuttosto che di un altro possono essere:

  • la creatività: quanto il gioco che scegliamo può stimolare la creatività dal punto di vista intellettivo, motorio e sensoriale?
  • La reversibilità: in quanti modi diversi può essere utilizzato a seconda della fase di sviluppo che sta attraversando il bambino e quali diverse esperienze di gioco può offrire?
  • L'offerta relazionale: quanto quel gioco permette al bambino di condividerlo con altri?

Quali sono le principali fasi di sviluppo del gioco del bambino?

Il gioco ha un percorso di sviluppo ben preciso, e comincia fin dalle prime ore di vita del bambino, se volessimo raggrupparne in 5 livelli, il suo sviluppo, potremmo suddividerli così:

  1. Sensomotorio: dai 0 a 9 mesi (circa), il bambino in questa fase gioca prestando attenzione alle caratteristiche fisiche dell'oggetto senza dargli un'organizzazione per uno scopo preciso (es. se gli proponiamo dei cubetti giocherà a succhiarli, lanciarli o sbatterli)
  2. Funzionale: dai 10 ai 12 mesi (circa), il bambino gioca utilizzando gli oggetti per la loro funzione ed organizza il materiale a sua disposizione dandogli uno scopo preciso (es. userà un bicchiere giocattolo per fingere di bere e, successivamente, dare da bere a una bambola)
  3. Simbolico: dai 18 ai 24 mesi (circa), il bambino gioca immaginandosi un'attività e mettendola in atto senza avere gli oggetti necessari ma utilizza degli oggetti che possono avere sembianze simili all'oggetto reale (es. il bambino gioca a correre su un cavallo ed al posto del cavallo usa una scopa)
  4. Di finzione: dai 18 mesi (circa), il bambino usa un oggetto neutro per rappresentare attività e oggetti (es. una scatola può diventare una macchina)
  5. Immaginario: dai 5 anni (circa) il bambino introduce qualcosa di fantasioso senza l'utilizzo di oggetti
  6. Disciplinato da regole: dai 6 anni (circa), il bambino comincia a comprendere l'importanza delle regole nel gioco e qui che si fanno spazio i giochi con gruppi di amici (es. calcio, gare di corsa, ecc)

48712 O5U88J0-3  mesi con cosa giochiamo?

  • Esseri umani...il bambino ha bisogno di rapportarsi con mamma, papà, nonni e fratelli, di essere coccolato, massaggiato e cullato
  • Le proprie mani...sono il gioco più bello da scoprire guardandole toccandole e mettendole in bocca
  • Giochi colorati e sonaglini che l'adulto animerà per lui e condividerà con lui
  • Palestrine (da usare per brevi periodi) da sdraiati o seduti così che possa cominciare a toccare prendere e mettere in bocca

3-6 mesi con cosa giochiamo?

  • Giocattoli adatti al afferramento leggeri e sicuri così da poterli esplorare al meglio anche con la bocca
  • Persone con cui interagire e da cui poter osservare le azioni di vita quotidiana
  • Dopo i 4-5 mesi un tappeto per terra su cui sperimentare le varie posizioni e i primi spostamenti (scalciare rotolare)
  • La palestrina può essere utile fino ai 4 mesi dopo è meglio offrire oggetti o giochi“sciolti” che diano la possibilità al bambino di manipolarli come e quando preferiscono

6-12 mesi con cosa giochiamo?

  • Libertà per terra, permettergli di muoversi in sicurezza
  • Oggetti di casa sicuri es. mestoli, posate di plastica, spazzola ecc
  • Giocattoli che si muovono es. macchinine, trenini, carrellini
  • 03 01Primi libretti
  • Giocattoli “dentro-fuori” es. scatola con oggetti, “causa-effetto” es. giochi per i quali se agisce in un certo modo ottiene una risposta particolare
  • Giochi da tirare o spingere es. passeggini, cariole ecc

12-18 mesi con cosa giochiamo?

  • Pupazzi con cui riproporre le azioni quotidiane
  • Giochi di manipolazione
  • Libri con azioni familiari (la pappa, il bagnetto ecc) e filastrocche

18 mesi-3 anni con cosa giochiamo?

  • Spazi per il gioco spontaneo di sperimentazione e perfezionamento delle capacità motorie e per soddisfare la curiosità di esplorare e creare
  • Oggetti di varia misura ed uso per perfezionare le abilità di motricità fine es. colori, plastilina, perle di varie dimensioni (NON TROPPO PICCOLE!)
  • Costruzioni
  • Strumenti musicali
  • Primi tricicli e bicicletteindiani
  • Oggetti o ambienti in cui nascondersi

 

3-5 anni con cosa giochiamo?

  • Costumi con cui il bambino si divertirà a riprodurre la realtà vissuta nel mondo magico del gioco
  • Provano grande piacere a elaborare storie sempre più complicate e interpretano dei ruoli

6-11 anni con cosa giochiamo?

  • Non solo interpretano ruoli ma sanno anche descriverli e definirli. Progettano i ruoli e li assegnano stabilendo le regole prima dell’inizio del gioco.
  • Il gioco con regole: scompaiono i giochi di finzione per lasciare spazio a giochi più complessi sempre più strutturati ( il calcio etc..) le regole sono fisse e stabilite dal gruppo